Ho speso gran parte della mia infanzia a giocare con le Barbie.

Mentre le mie coetanee, a quindici anni, chattavano su messenger, io ero intenta a sfogliare magazines per leggere le nuove tendenze. Non ricordo il numero dei Vanity Fair nascosti a mia madre.