“Fà in modo che il cibo sia la tua medicina” diceva Aristotele.

Moltissime patologie possono ricevere un solido aiuto dall’alimentazione, possono essere curate… attenzione, non guarite. Una di queste è proprio l’endometriosi, una condizione molto invalidante per la donna, tra le maggiori cause di dolore pelvico con diagnosi tardiva e decorso cronico.

Le cause sono diverse e l’ambiente rappresenta un fattore predisponente. Esistono, infatti, fattori EPIGENETICI di interazione tra i geni e l’ambiente circostante che coadiuvano il terreno di attecchimento per l’endometriosi.

Tra questi ci sono gli interferenti endocrini e la malnutrizione che causano alterazioni ormonali e disbiosi intestinale, due condizioni tipiche della malattia.

Cosa si può fare per ridurre l’esposizione agli interferenti endocrini?

  • Evitare l’uso di contenitori di plastica usurati nel tempo.
  • Ventilare bene la cucina durante la cottura dei cibi.
  • Evitare il consumo di alimenti caramellati e bruciati.
  • Ridurre l’assunzione di alimenti affumicati.
  • Lavare accuratamente frutta e verdura.
  • Assumere frutta e verdura di stagione.

Cosa si può fare per curare una condizione di disbiosi intestinale?

  • Ricorrere ad una integrazione a base di probiotici.

Il dolore causato dalla malattia determina una condizione di stress cronico che deve essere fermato.

Cosa si può fare per alleggerire il dolore da endometriosi?

  • Meditazione (MINDFULNESS che consiste nell’aumentare la consapevolezza della persona)
  • Respirazione guidata e profonda
  • Journaling (tecnica espressiva che permette di scrivere su carta le sensazioni della giornata per avere una maggiore consapevolezza)
  • Supporto sociale
  • Stile di vita- Alimentazione e attività fisica

                                   

Cosa
aumentare?
Cosa ridurre? Cosa eliminare?
Fibre Carne rossa e
processata (si
carne
biologica)
Alcool e caffeina
Cereali
integrali
(meglio senza
glutine)
Latticini Soia e avena e altri alimenti ricchi di fitoestrogeni
Legumi Glutine e farine
raffinate
Zuccheri e dolci
Frutta   Grassi saturi
Semi oleosi    
Pesce ricco
di ω-3
   
Frutta secca    

Quale attività fisica è meglio fare?

Attività fisica a bassa- media intensità come lo yoga e il pilates aumentando l’intensità in base al controllo dei sintomi.

Ci sono, inoltre, tre protocolli alimentari oltre alla dieta mediterranea(con le precisazioni descritte sopra) che una donna con endometriosi può seguire e sono una dieta a basso contenuto di FODMAP o una dieta chetogena o un digiuno intermittente scelti in base alle esigenze e alle condizioni fisiopatologiche. Questi devono essere accuratamente guidati da uno specialista.

I consigli descritti in questa pagina sono un supporto alle donne con endometriosi per alleviare dolore e infiammazione ma non sono da intendersi come terapia, anche questa deve essere accuratamente prescritta da uno specialista.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *