Quando mangi sei più affamato o stressato?

In questi giorni chiusi dentro casa si ha molto più tempo per prendersi cura di se stessi. E cos’è la cura di se stessi se non si ha a cuore quello che introduciamo nel nostro corpo?!

Il tempo e i fornelli sono due strumenti che certamente non ci mancano per curare, perfezionare e coccolare gli alimenti della nostra dieta.

E se mancasse lo strumento più importante? L’organo che guida nella scelta di ciò che andremmo a mangiare, la parte razionale del cervello?!

L’ansia, la preoccupazione e la paura per le notizie che costantemente sentiamo e temiamo di sentire, infatti, può trascinare il cervello a non seguire più il raziocinio ma l’emotività fatta di rassicurazione e compiacimento, e così quella che dovrebbe essere la cura di se stessi diventa violenza che porta a stati d’animo come il senso di colpa e la frustrazione che a loro volta creano una situazione di stress.

La condizione di stress dev’essere tenuta sotto controllo altrimenti il rilascio di citochine infiammatorie comporterebbero un circolo vizioso con aumento di peso e patologie che a loro volta comporterebbero ulteriore stress.

Ecco perché si deve avere cura di se stessi: per riconoscere quella che è la FAME FISIOLOGICA, lasciando alle spalle la cosiddetta fame emotiva.

Consigli utili per curare la vostra dieta in tempi di quarantena:

1.NON SEGUIRE UN REGIME TROPPO RESTRITTIVO.

I pasti devono nutrire e soddisfare il piacere. Quindi non mangiare ciò che non ti piace, perché anche in quel caso non avrai cura di te.

2. PRENDITI IL TUO SPAZIO.

Ritaglia del tempo per stare da solo/a con te stesso/a per capire cosa può suscitarti emozioni positive e cosa negative. La consapevolezza è il primo step per correggere qualcosa che non ci piace come sta andando.

3. ORGANIZZA I PASTI DELLA SETTIMANA.

Avrai una visione della settimana così da variare il più possibile le pietanze.

4. FAI 5 PASTI AL GIORNO. LIMITA LE ABBUFFATE.

Cerca di mangiare più volte nell’arco della giornata, con i 3 pasti principali e i due spuntini in modo da mantenerti metabolicamente attivo.

5. FAI UN ELENCO DI TUTTO QUELLO CHE MANGI NELLA GIORNATA.

Proprio tutto. Il nero su bianco aiuta sempre a riconoscere gli errori e a modificarli.

6. MASTICA LENTAMENTE E A LUNGO.

Mentre mangi allontana i pensieri negativi, pensa solo all’atto del mangiare. Migliorerà anche la digestione.

7. NON DIMENTICARE FRUTTA, VERDURA, CEREALI INTEGRALI, PESCE, CARNE BIANCA, LEGUMI.

Gli alimenti del modello mediterraneo sono riconosciuti per avere un ruolo importante contro lo stress.

8. NON DIMENTICARE L’ACQUA.

Bevi spesso. Lo stato di disidratazione sembra aumentare lo stato ansiogeno.

9. CURA I PASTI CON RICETTE NUOVE E SANE.

Sul web ci sono tantissimi spunti per fare piatti sani e gustosi in maniera diversa.

10. PREPARA UN DOLCE PER TUTTE LE PERSONE CON CUI VIVI.

Cucinare per gli altri oltre che per se stessi dà un senso di maggior appagamento e soddisfazione.

11. FAI ATTIVITA’ FISICA.

Scegli l’attività che può farti stare meglio in questo periodo, sia in base agli obiettivi fisici che ti sei posto sia in base ai bisogni psicologici.

Leave a Reply